San Leo

pUNTI DI INTERESSE

● Castello Pietracuta ● Fortezza e Museo ● Palazzo Mediceo - Museo d’Arte Sacra ● Palazzo della Rovere - Municipio ● Torre campanaria ● Cattedrale di San Leone ● Pieve di Santa Maria Assunta ● Chiesa e convento di Sant’Igne ● Convento Monte Maggio ● Monti Tausani ● I balconi di Piero della Francesca, vedute rinascimentali diffuse

Informazioni

San Leo fa parte dei “Borghi più Belli d’Italia” ed è Bandiera arancione del Touring Club Italiano.

Capitale d’arte, citata da Dante Alighieri nella Divina Commedia, è il fulcro della regione storica del Montefeltro, meta turistica d’eccellenza, nota per le sue vicende storiche e geopolitiche, location per film e documentari.

Il comune sorge su una rupe dominata da una rocca dal fascino misterioso e potente, e con due chiese romaniche di rara bellezza. La straordinaria conformazione del luogo, un imponente masso roccioso con pareti a strapiombo, ne ha determinato da sempre la doppia valenza militare e religiosa, testimoniata da manufatti di grandissimo pregio architettonico e artistico.

Nel XII secolo, la civitas Sanctis Leonis rappresentava un vero e proprio agglomerato urbano, costituito dal Palazzo Vescovile e dalla residenza dei Canonici, nucleo della città sacra, più altri edifici voluti dai Signori Montefeltro che si erano stabiliti qui dalla vicina Carpegna a metà del 1100. Questa città dal 962 per due anni, sotto il Regno di Berengario II, è stata anche capitale d’Italia.

Oggi il mirabile centro storico, integro nel suo rigore e nella sua bellezza originaria, offre allo sguardo gli antichi edifici romanici: Pieve, Cattedrale e Torre, ai quali si affiancano numerosi palazzi rinascimentali, come il Palazzo Mediceo, sede dell’elegante Museo di Arte Sacra e della Pinacoteca, e il Palazzo Della Rovere, sede del Municipio.

Cuore di San Leo la piazza intitolata a Dante che vi fu ospitato come San Francesco, il quale qui ricevette in dono, dal Conte di Chiusi, il Monte della Verna.

Sulla punta più alta dello sperone ecco la Rocca, spettacolare testimonianza di arte militare italiana, dove fu rinchiuso, dal 1791 fino alla morte, avvenuta nel 1795, Giuseppe Balsamo, noto come Conte di Cagliostro.

Foto

Eventi

Vai al calendario

Mappa

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / i contenuti contrassegnati come “Google Maps” utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: click here to open your cookie preferences.

Condividi questa pagina su
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

CHI SIAMO

Il brand territoriale “Salute, viaggiatore” e la sua promozione è una delle azioni a regia diretta del
GAL -GRUPPO DI AZIONE LOCALE VALLI MARECCHIA E CONCA Soc. Cons. a r.l. 

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici) o per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.